USO DEL CELLULARE E DOLORE CERVICALE

Analisi dell’attività e dell’affaticamento muscolare dei muscoli del collo nelle tre posizioni più frequenti durante l’utilizzo di un cellulare.

INTRODUZIONE

Quando si utilizza uno smartphone, gli individui in genere abbassano la loro testa. Quando guardano lo schermo dello smartphone in questa posizione per un lungo periodo di tempo, essi sperimentano un dolore alla spalla e al collo, e di tanto in tanto lamentano la comparsa di mal di testa. Quando questi carichi continui vengono applicati in una postura statica con la testa mantenuta in posizione abbassata, i soggetti possono sviluppare malattie muscolo-scheletriche. Quando la testa è abbassata, le vertebre cervicali diventano verticalizzate. Questo può portare a delle sindromi di dolore miofasciale, provocando stress e tensione eccessiva dei muscoli nei distretti corporei di collo e spalle. La sindrome di dolore miofasciale può svilupparsi in concomitanza ad un danno tissutale o a condizioni anomale, verificate a causa di stress improvvisi o ad una eccessiva tensione muscolare.
Tutti i lavori che richiedono il mantenimento della posizione seduta ad una scrivania per lunghe ore, come il lavoro al computer e il lavoro d’ufficio, possono influenzare negativamente la muscolatura del collo e delle spalle. Inoltre, sono stati dimostrati dei cambiamenti nella forza dei muscoli flessori profondi del collo, nella resistenza e nella posizione della mandibola, in individui con dolore al collo, rispetto ai soggetti senza dolore al collo.

Kieine e Schumann hanno studiato l’attività del trapezio superiore associata a cambiamenti nelle posizioni delle spalle, e Tepper ha studiato gli effetti del lavoro al computer sull’attività del muscolo trapezio superiore. Questi studi hanno dimostrato che le posture scorrette provocano un’eccessiva tensione nel trapezio superiore e nei muscoli circostanti. Questa tensione eccessiva è la principale causa di comparsa di dolore, sviluppando forze anomale nel sistema scheletrico. Mantenere la testa inclinata in avanti sullo smartphone porta un carico passivo sulle vertebre cervicali di circa 27kg

Le misurazioni delle posture in flessione cervicale nelle donne che usano il computer hanno dimostrato un aumento dell’inclinazione della testa nelle donne che lamentano del dolore cervicale. Gran parte degli studi esistenti si è concentrato sul terminale visivo (VDT) che viene comunemente osservato davanti ad un computer di ufficio. Inoltre, alcuni studi hanno esaminato la fatica e l’attività dei muscoli cervicali durante le posture adottate mentre si utilizza un microscopio sul posto di lavoro, nonché l’attività dei muscoli cervicali mentre le persone guardano una trasmissione digitale multimediale (DMB) sul telefono. Gli smartphone e i tablet hanno recentemente attratto una grande quantità di attenzioni e sono diventati una necessità giornaliera per la maggior parte delle persone. Tuttavia, questi dispositivi e altri nuovi dispositivi simili possono causare deformità cervicale quando vengono utilizzati per diverse ore al giorno. Pertanto, diversi studi sui cambiamenti dell’attività e sulla fatica dei muscoli erettori cervicali nella posture degli utenti di smartphone dovrebbero essere condotte in diversi ambienti per prevenire le malattie scheletriche. Lo scopo di questo studio è stato quello di studiare le variazioni dell’attività e la fatica dei muscoli splenio della testa e trapezio superiore, e dei muscoli agonisti che sostengono la testa, sotto le tre posizioni adottate più di frequente durante l’utilizzo di uno smartphone.

METODI
E’ stata preparata una sedia della stessa altezza di un sedile di un treno della metropolitana, ed ogni soggetto è stato incaricato di sedersi sulla sedia con le sue anche appoggiate sul retro della sedia e il bacino fisso ad essa. Nella massima postura in flessione cervicale, il soggetto è stato istruito a posizionare uno smartphone più o meno all’altezza dei gomiti e ad afferrarlo con entrambe le mani ad una distanza di 5 cm dal tronco. Nel media postura in flessione cervicale, le braccia del soggetto erano vicine al tronco e il collo era leggermente piegato in avanti in modo confortevole. Nella posizione neutrale, il bordo superiore dello schermo dello smartphone e gli occhi del soggetto erano alla stessa altezza, in posizione orizzontale.

RISULTATI
Il confronto della fatica muscolare causata da ogni posizione ha mostrato differenze statisticamente significative per il muscolo destro e sinistro splenio della testa, e per il muscolo trapezio superiore destro e sinistro. Più nello specifico, mantenendo la postura in massima flessione cervicale durante l’utilizzo di uno smartphone, si sono provocati alti livelli di fatica dei muscoli esaminati rispetto a alla postura in flessione cervicale neutra.


CONCLUSIONE
Pertanto, questo studio suggerisce che gli individui dovrebbero piegare leggermente il collo quando si utilizza uno smartphone, invece di piegarlo troppo, o mantenere il loro collo in postura fisiologica (dritto) per ridurre la fatica dei muscoli erettori cervicali.
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27313393
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *