Riprogrammazione Posturale Globale

Roma

12-13-14-15 Settembre 2024

7-8-9-10 Novembre 2024

Torino

18-19-20-21 Aprile 2024

6-7-8-9 Giugno 2024

riprogrammazione posturale globale

Informazioni sul corso

Date e Sedi

ROMA

1° Livello 12-13-14-15 Settembre 2024

2° Livello 7-8-9-10 Novembre 2024

TORINO

1° Livello 18-19-20-21 Aprile 2024

2° Livello 6-7-8-9 Giugno 2024

ORARI LEZIONI

Descrizione

Il programma Riprogrammazione Posturale Globale® consiste in due livelli di corsi pratici intensivi, intervallati da 3 Laboratori Posturali on-line focalizzati sul ragionamento clinico. Combina lezioni teoriche, dimostrazioni e pratica tra i partecipanti durante ogni giornata di corso. Alla conclusione del programma viene fornito un esame di Certificazione in Riprogrammazione Posturale Globale®, patrocinato dal C.I.E.S. (Collège des Ètudes de la Statique) Francia.

I partecipanti impareranno a valutare le cause delle “patologie posturali” curando il paziente nella sua globalità e riprogrammando i recettori posturali sregolati, applicando il metodo della Riprogrammazione Posturale Globale® come insegnato dal dott. B. Bricot. Le lezioni includono l’anatomia e la neurofisiologia del sistema tonico posturale con i suoi recettori, una spiegazione dei principi base utilizzati nell’applicazione di questa tecnica ed una rivalutazione eziologica delle comuni patologie dell’apparato locomotore, stomatognatico e neuropsicomotorio. L’accento sarà posto sulla valutazione delle disfunzioni posturali (da una mirata anamnesi, a un’ipotesi, alla verifica e al trattamento) insieme ad una metodologia e strategia per il trattamento di queste.

Il corso in Riprogrammazione Posturale Globale® è destinato a medici (generale, ortopedico, anestesista, agopuntori, pediatra, fisiatra, otorinolaringoiatra, oculista, geriatra), fisioterapisti, osteopati, chiropratici, odontoiatri, ortottisti, massofisioterapisti, podologi, tecnici ortopedici, logopedisti, psicomotricisti.

Cos’è la Riprogrammazione Posturale Globale?

È un metodo clinico che sfrutta le attuali conoscenze in Posturologia per curare le patologie muscolo-scheletriche, reumatiche, della crescita, degli sportivi; e per prevenirle.

La postura è regolata da un sistema complesso che vede coinvolte strutture del sistema nervoso centrale e periferico: l’occhio, il piede, il sistema cutaneo (cicatrici), i muscoli, le articolazioni, l’apparato stomatognatico (denti e lingua), l’orecchio interno ma anche strutture come il sistema fasciale, la corretta integrazione dei riflessi arcaici durante lo sviluppo neonatale (es. gattonamento) e componenti come la sfera psico-emozionale.

Come funziona la Riprogrammazione Posturale Globale?

  • Analisi delle asimmetrie muscolo scheletriche del paziente nelle tre dimensioni dello spazio;
  • verifica dei diversi recettori sregolati (piede, occhio, bocca, pelle..);
  • correzione permanente dei recettori;
  • neutralizzazione degli ostacoli alla riprogrammazione (eterometria, blocchi osteopatici fuori sistema, cicatrici patologiche,…)

I PRINCIPI BASE della metodica

1) Lo squilibrio del sistema tonico posturale è alla base di molteplici patologie locomotorie, reumatiche, stomatognatiche e psicomotorie, che risultano essere i sintomi di questo sistema sregolato, e non le cause.

2) La “malattia posturale” va curata sempre, perché non può correggersi spontaneamente, in quanto il sistema tonico posturale si adatta alle entrate periferiche patologiche e trasmette l’asimmetria di tensione muscolare a tutto l’apparato locomotore, mantenendo l’informazione aberrante in un circuito che si autoalimenta e si cristallizza. (Conviene attendere l’instaurarsi della patologia o farne la prevenzione?)

3) Concetto di “doppio pendolo inverso”: il corpo è rappresentato dall’insieme di due principali pendoli inversi, dove vi sono due vincoli: i piedi al suolo (tampone terminale) e l’articolazione atlanto-epistrofea in alto ( B.Bricot 1996). L’equilibrio è dato dalla somma delle oscillazioni delle due componenti ed il piede rappresenta il “codice a barre” della memoria posturale.

4) Per ottenere risultati duraturi nel trattamento della malattia posturale, bisogna superare l’adattamento fissato del sistema fasciale e dello schema motorio del paziente.

Cosa tratta nello specifico la Riprogrammazione Posturale Globale?

Le problematiche più comuni come: cefalee, cervicalgie, nevralgie, difetti di masticazione e dell’occlusione dentale, dorsalgie, lombalgie, lombosciatalgie, scoliosi, patologie della spalla, delle anche, delle ginocchia, delle caviglie, parestesie, acufeni, problemi di equilibrio, fascite plantare, spina calcaneare, neuroma di Morton, algodistrofia, ritardi di consolidazione e pseudoartrosi ecc. ma anche disturbi meno noti come: difficoltà di guidare la notte o di concentrazione nella lettura, maldestrezza, dislessia, iperattività, click mandibolari, bruxismo, traumi sportivi recidivanti, ecc.

PROGRAMMA DEL CORSO

1° LIVELLO

1° GIORNO

8:30 REGISTRAZIONE

9:00 Questionario d’ingresso

9:30 INTRODUZIONE

Storia della posturologia

Interesse della posturologia

Statistiche e scopo della posturologia

Perché la Riprogrammazione posturale globale (domanda critica: curare la causa o i sintomi?)

Presentazione del metodo Riprogrammazione posturale globale (come funziona, principi base, cosa tratta, l’importanza dell’anamnesi e dell’esame nelle varie fasi della clinica)

11:00 – 11:15 PAUSA

11:15 – 13:00 IL SISTEMA TONICO POSTURALE

Presentazione del Sistema Tonico Posturale

Neurofisiologia del STP (organizzazione centrale e periferica)

Le entrate sensoriali, nozione di errore recettoriale, nozione di adattamento, introduzione sui riflessi arcaici

Le 3 modalità di decompensazione del STP

Scopo della Riprogrammazione Posturale Globale

Le differenti espressioni cliniche della “malattia posturale”

13:00 – 14:30 PAUSA PRANZO

14:30 – 16:00 ANALISI POSTURALE NEI 3 PIANI DELLO SPAZIO

Postura normale

Squilibrio posturale

Asimmetria morfostatica = sollecitazioni anormali = dolori e patologie (esempi)

LAVORO PRATICO

16:00 – 16:15 PAUSA

16:15 – 18:00 RECETTORE PODALICO

Piede e postura (ruolo del piede nella postura e le conseguenze sul sistema)

Differenti tipi di piede in posturologia (normali, causativi, adattativi, misti)

L’adattamento podalico e le conseguenze

Influenza della lateralità del soggetto correlata al piede

Le cause che squilibrano il recettore piede

Esame del piede (criteri di normalità, segni clinici, sintomatologia)

Pubblicazioni di J. P. Roll

Test posturali complementari collegati al recettore podalico

Tecniche terapeutiche (i vari tipi di suolette)

Trattamento:

Stimolazione del recettore podalico in RPG (suoletta RPG: modalità d’utilizzo; particolarità d’uso nei bambini, negli sportivi e nelle gravide ;  ”svezzamento” dalla suoletta)

I risultati

LAVORO PRATICO

2° GIORNO

9:00 – 11:00 RECETTORE OCULARE

occhio e postura (ruolo dell’occhio nella postura e le conseguenze sul sistema)

la binocularità e i 3 parametri della visione (accomodazione, convergenza tonica, fusione)

neurofisiologia del recettore oculare

Pubblicazioni di J. P. Roll: l’asse visuo-podalico

11:00- 11:15 PAUSA

11:15 – 13:00

Squilibri sensoriali (errori di rifrazione, ambliopia, microstrabismo) e muscolari (insufficienza di convergenza, tropie, forie)

L’adattamento oculare e le conseguenze

13:00 – 14: 30 PAUSA PRANZO

14:30 – 16:00

Influenza della lateralità del soggetto correlata all’occhio

Le cause che squilibrano il recettore oculare

Esame dell’occhio (criteri di normalità, segni clinici, sintomatologia)

Test oculari (test di Lang, test di convergenza, test lontano-vicino, occhio dominante, cover test)

Test complementari (test di rotazione del collo, test di Romberg, Test di marcia sul posto)

Trattamento: collirio, magnetoterapia, rieducazione ortottistica, freccia di Berna, prismi

I risultati

LAVORO PRATICO

16:00 – 16:15 PAUSA

16:15 – 18:00

Gamba corta: genesi, patologie e segni clinici

Test clinici per individuarla

Correzione e prevenzione della gamba corta

Protocollo nell’adulto e nel bambino

3° GIORNO

9:00 – 11:00 APPARATO STOMATOGNATICO:

Bocca e postura (ruolo dell’apparato stomatognatico nella postura e conseguenze sul sistema)

Le principali funzioni (occlusione, ventilazione, deglutizione, fonazione)

L’adattamento del recettore stomatognatico e le conseguenze

11:00 – 11:15 PAUSA

11:15 – 13:00

Le cause che squilibrano il recettore stomatognatico

Esame della bocca (criteri di normalità, segni clinici, sintomatologia)

Le cinque modalità di perturbazione del sistema posturale da parte della bocca (neurofisiologia)

13:00 – 14:30 PAUSA PRANZO

14:30 – 16:00

Test della bocca (esame clinico a bocca chiusa ed aperta; esame della cinematica mandibolare; ampiezza d’apertura; palpazione dell’ATM; test dei temporali)

Test posturali complementari (test di rotazione del collo, test di marcia sul posto, test di Heineken)

 16:00 – 16:15 PAUSA

16:15 – 18:00

Trattamento (ortodonzia funzionale, terapia miofunzionale, bite)

Le indicazioni di intervento sul recettore (le fasi da rispettare nel bambino, nell’adulto e nell’anziano)

La prevenzione delle recidive ortodontiche

I risultati

LAVORO PRATICO

4° GIORNO

9:00 – 11: 00 LE FASI DELLA VALUTAZIONE POSTURALE

Anamnesi mirata

Svolgimento di una valutazione posturale

Comunicazione e gestione del paziente

Comunicazione con le altre figure sanitarie

11:00- 11:15 PAUSA

11:15- 13:00

LAVORO PRATICO

Questionario di verifica

Preparare 3 casi clinici per il secondo livello in formato powerpoint.

2° LIVELLO

1° GIORNO

9:00 – 11:00 REVISIONE SULLE NOZIONI FONDAMENTALI

I 4 tempi di adattazione delle catene miofasciali

La stabilometria

I 2 tipi di scoliosi (idiopatiche) e i differenti protocolli

Discussione dei casi clinici preparati dai discenti

11:00 – 11:15 PAUSA

11:15 – 13:00 IL PIEDE NEL DETTAGLIO

Le differenti patologie del piede:

piede valgo (piccolo e grande valgo, piede piatto)

piede varo (piccolo e grande varo, piede cavo)

piedi doppia componente

piedi disarmonici

piede compensatore

13:00 – 14:30 PAUSA PRANZO

14:30 – 16:00 TRATTAMENTO

Le correzioni:

I diversi tipi di stimolazione

I criteri di correzione

I risultati

LAVORO PRATICO

 16:00 – 16:15 PAUSA

16:15 – 18:00 L’OCCHIO NEL DETTAGLIO

Ulteriori test del recettore oculare (test di Maddox, stereogrammi, verifica del centraggio delle lenti)

Visual training nello sportivo

Stimolazione della baby vision nel neonato

2° GIORNO

9:00-11:00 GLI OSTACOLI

COMMESSURA INTEREMISFERICA

Problematiche del corpo calloso collegate agli squilibri posturali

Esame, segni clinici, sintomatologia

Relazione tra i disturbi del corpo calloso e i disturbi dell’apprendimento, DSA

Trattamento

11:00 – 11:15 PAUSA

11:15- 13:00 LE CICATRICI PATOLOGICHE:

Descrizione

Le differenti modalità decompensative (gli esterocettori, gli squilibri energetici, gli squilibri metabolici)

La diagnosi

Anamnesi e ispezione

Test (RAC del polso, test del ghiaccio, laser, stimolazione tattile)

Trattamento

LAVORO PRATICO

13:00 – 14:30 PAUSA PRANZO

14:30 – 16:00 BLOCCHI FUORI SISTEMA (prima costa, coccige, perone, pube)

Introduzione

Nosologia

Sintomatologia

Segni clinici: ispezione, ipomobilità

Le differenti tecniche di correzione (manipolativa, miotensiva, riflessa)

LAVORO PRATICO

16:00 – 16:15 PAUSA

16:15 – 18:00 I FOCOLAI DENTARI E I MICROGALVANISMI:

Introduzione

Origini

Diagnostica

I differenti trattamenti

LAVORO PRATICO

3° GIORNO

9:00 – 11:00 RIFLERSSI ARCAICI

Introduzione

Principali riflessi concernenti la postura

Ontogenesi: le tappe dello sviluppo nel controllo posturale (0-12 mesi, 12 mesi 3 anni, 3/6 anni, 7,5 anni: la maturità propriocettiva)

Riflessi già presenti in utero, riflessi alla nascita

Dualismo sviluppo nervoso centrale – sviluppo periferico fasciale

Ruolo della fascia nell’ontogenesi

11:00 – 11:15 PAUSA

11:15 – 13:00 Riflessi non integrati, iperattivi, assenti

Descrizione di ciascun riflesso arcaico (nel neonato e nell’adulto)

Come testare ogni singolo riflesso

LAVORO PRATICO

13:00 – 14:30 PAUSA PRANZO

14:30 – 16:00

Trattamento: come reintegrare i riflessi arcaici (movimenti ritmici, movimenti specifici, auricoloterapia)

La clinica: Correlazione tra i riflessi arcaici e i recettori posturali

Implicazione dei riflessi arcaici non integrati nella genesi delle patologie posturali (squilibrio morfostatico, disturbi dell’equilibrio, falsa gamba corta, patologie del piede, patologie degli occhi, scoliosi, patologie neuropsicomotorie del bambino)

LAVORO PRATICO

16:00 – 16:15 PAUSA

16:15 – 18:00 BLOCCHI PSICO-EMOZIONALI

Introduzione

Le ferite dell’infanzia

Le radici

Le riattivazioni

L’approccio terapeutico

Fibromialgia, serramento e psicoemozionale

LAVORO PRATICO

4° GIORNO

9:00 – 11:00 CORRELAZIONI

Tra l’anamnesi e il bilancio posturale

Tra l’anamnesi e i vari ingressi recettoriali

11:00 – 11:15 PAUSA

11:15 – 13:00

Tra il bilancio posturale e i vari ingressi recettoriali

LAVORO PRATICO

Questionario finale

DOCENTI

Prof. Bernard Bricot - Chirurgo Ortopedico

Bernard Bricot

Il dottor Bernard BRICOT è uno dei massimi esperti mondiali di Posturologia.

Dopo 7 anni di studi presso la Facoltà di Medicina di Marsiglia (Francia), ha superato il concorso per il tirocinio negli ospedali universitari nel 1974, è diventato assistente ospedaliero nel 1979, medaglia d’oro ospedaliera nel 1980 e chirurgo nel 1981. Ha iniziato come chirurgo ortopedico e si è specializzato in chirurgia spinale.

Membro del Groupe Lyonnais d’Études Médicales (GLEM) nel 1978, diventa borsista nello stesso anno e docente l’anno successivo. Nel 1990 è stato nominato osservatore presso l’OMS.

Le sue prime ricerche sul sistema tonico posturale e sui suoi sensori sono iniziate nel 1979.

Nel 1985, con l’aiuto di alcuni collaboratori, ha creato il Collegio Internazionale per lo Studio della Statica (CIES) e ne è diventato presidente.

Da quell’anno ha intrapreso una serie di corsi e conferenze sia in Francia che all’estero; ad oggi, più di 6000 medici e professionisti della salute sono stati formati alle sue tecniche di Riprogrammazione Posturale Totale.

Membro del comitato direttivo dell’Accademia Mondiale di Posturologia e Terapie Associate (W.A.P.A.T.).

Membro dell’Associazione Posture et Équilibre dal 1997, insegnante presso l’Ecole des Cadre de Bois Larris dal 1998 al 2000.

Professore a contratto presso l’Università Tor Vergate di Roma (Italia), dipartimento del Prof. Palattella (DU di Posturologia), presso l’Università di Palermo (Italia), dipartimento del Prof. Caradonna (DU di Posturologia), presso l’Università di Chieti-Urbino (Italia), dipartimento del Prof. Saggini.

Professore a contratto presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel “Master” di posturologia del Prof. Amabille e presso l’Università “Aldo Moro” di Bari (Italia) nel dipartimento del Prof. Fischetti.

Docente presso la Facoltà di Tolosa (DU di Occlusodontologia) dal 1993.

Membro del Comitato dell’Associazione italo-brasiliana per lo studio del movimento e della postura (Università Paolista di Medicina, San Paolo).

Membro del comitato scientifico della Revista Brasileira de Postura e Movimento. Membro del comitato scientifico della rivista: EUROPEAN SPINAL RESONANCES.

Membro del consiglio direttivo della S.I.R.E.R. responsabile della “Posturologia” e delle nuove tecnologie.

Presidente onorario del CIES italiano, docente incaricato.

Al termine del corso riceverai in OMAGGIO il Fad “Il concetto di responsabilità in sanità” oppure se hai già fatto questo corso potrai optare per il Fad Manovra salvavita blsd e alcs” con cui otterrai 50 Crediti ECM.

Il corso è aperto a Fisioterapisti, Odontoiatri, Osteopati, Logopedisti, Studenti ultimo anno CDL, Mft, Medici.

Come iscriversi

Costo del corso: € 2000,00  IVA inclusa

PROMO ATTIVE: Per i primi 10 iscritti il corso ha un costo di € 1590 IVA inclusa . Posti ancora disponibili in promozione. 

Iscriviti con un collega e pagate € 1490 per persona.

Per iscriversi al corso è necessario effettuare il pagamento dell’acconto di € 390 con bonifico bancario intestato a Fisiomaster:

IBAN: IT59P0538714704000035117088  

indicando nella causale il corso che si vuole frequentare (Riprogrammazione Roma o Torino) 

Successivamente dovrete inviare la ricevuta di avvenuto bonifico all’ indirizzo e mail info@fisiomaster.it indicando il vostro Nome e Cognome, luogo, data di nascita, residenza, numero partita iva (se libero professionista), codice fiscale, e mail e numero di telefono.

Riceverete un e mail di avvenuta iscrizione da Fisiomaster.

La restanti quote dovranno essere pagate sempre tramite bonifico bancario a Fisiomaster IBAN: IT59P0538714704000035117088  

e saranno così suddivise

  • 600 euro dieci giorni prima del primo seminario 
  • 600 euro dieci giorni prima del secondo seminario.

Se ti iscrivi con un collega l’iscrizione è sempre di 390 euro mentre le restanti quote saranno così suddivise:

  • 550 euro dieci giorni prima del primo seminario 
  • 552 (552 € +  2 € per la marca da bollo)  euro dieci giorni prima del secondo seminario.

Per qualsiasi informazione riguardo i pagamenti, i crediti Ecm o altro potete contattarci al numero +39 3291129781

riprogrammazione posturale globale

Fai ancora parte dei primi 10 iscritti e puoi usufruire dello sconto. Iscriviti ora!

390,00

Pagherai 390 euro come acconto con bonifico per iscriverti al corso e poi 10 giorni prima del 1° livello pagherai con bonifico la prima rata da 600 euro e 10 giorni prima del 2° livello pagherai la seconda rata da 600 euro.

SEDE DEL CORSO

Sede di Roma : American Palace Hotel - Via Laurentina, 554, 00143 Roma RM

SEDE DI TORINO: Centro Convegni Camillo Guidi - Via Camillo Guidi, 3/E - 10127 Torino

RECENSIONI

recensioni fisio master

Il nostro impegno

Il nostro impegno è quello di trasmettere la conoscenza in campo riabilitativo così da aumentare il livello di competenze specifiche del fisioterapista.
La nostra passione fa la differenza.

Contatti

FISIO MASTER SRLS
Sede legale: Via dei siculi 11 – 04100 – Latina (LT)
P.Iva 03239660594

Tel: +39 329 11 29 781 – info@fisiomaster.it – infofisiomaster@pec.it

Informativa privacy

Seguici sui nostri Canali Social

Torna in alto

Non andare via, aspetta!

Prima di andartene, lascia la tua email per ricevere offerte speciali e aggiornamenti sui nostri corsi.

Bisogno di aiuto? Chatta con noi